Vino buono in botte buona: l’affinamento secondo Casa di Monte

Il processo di vinificazione dell’Azienda agricola Casa di Monte comprende processi tramandati da generazione in generazione in luoghi d’eccezione: ambienti secolari nei quali si affinano i pregiati vini toscani.

L’attesa è un elemento di fondamentale importanza per la vinificazione, così come l’ambiente dove vengono collocate le botti per il processo di maturazione e le bottiglie per l’affinamento finale del vino.

Questi due processi completano il processo di vinificazione e hanno un’importanza capitale per la trasformazione del vino in una beva dalle forti caratteristiche personali, capace di raccontare le tecniche e dei segreti di ciascuna azienda vinicola. Le scelte compiute durante la maturazione e l’affinamento rispecchiano l’essenza di una azienda, di una cantina, e di un territorio.

L’affinamento come espressione dell’impronta di Casa di Monte

L’Azienda agricola Casa di Monte cura la produzione dei vini toscani DOC, DOCG e IGT nel solco di una tradizione ormai più che centenaria, adeguando agli strumenti ed alle tecniche di vinificazione contemporanee i criteri e le attese tramandati da generazioni di viticoltori.

L’ambiente della cantina gioca un ruolo altrettanto importante in questo contesto, permettendo al vino di affinarsi in un microclima ottimale dove l’oscurità, la temperatura costante e l’assenza di vibrazioni consentono al vino di riposarsi e stabilizzarsi.

Un colpo al cerchio ed uno alla botte

Casa di Monte affina i propri vini in botti e tonneau di rovere dove l’attesa diviene un ingrediente attivo nella ricerca dell’equilibrio tra sapore, olfatto ed esperienza estetica del vino. Perché il vino è anche questo, il racconto di un lungo processo di lavorazione che alla fine si ritrova anche nel colore: porpora per i vini più giovani, rubino e granato per quelli che prevedono affinamenti più lenti.

Nel processo di maturazione è il legno a cedere nel tempo la propria impronta al vino, cedendo progressivamente i profumi e i sentori che vanno ad arricchire la struttura aromatica del vino. La vita media di una botte è di tre cicli di maturazione, pari a circa dieci anni.

L’affinamento in bottiglia completa il processo di vinificazione e può anch’esso richiedere un tempo considerevole, da uno sino a tre anni.

In vetro il vino si “riposa” con un processo di sedimentazione che lo ingentilisce e lo rende più limpido nel gusto, esaltandone anche le tonalità più sfumate, sino a quando sarà pronto per esser portato in tavola.

By | 2019-03-01T10:56:36+00:00 gennaio 25th, 2019|Chianti Classico D.O.C.G, Chianti Montespertoli, Vigneti Chianti|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment